Il segreto dietro al fenomeno della "fortuna"

La vita è fatta di avvenimenti, e ci porta tutti i giorni delle novità.
Possiamo supporre quello che succederà domani solo in termini di probabilità e possibilità.
Proviamo ad esempio a prevedere le persone che incontreremo in una passeggiata oggi: ogni volta è un'umanità differente ed imprevedibile.
Ottimizzare tale rapporto è una chiave fondamentale.
Ci sono delle persone che nelle varie circostanze della vita sembrano trarre maggiore profitto dalla vita e che sembrano cogliere sempre nuove opportunità.
Vengono a volte considerati dei geni, altri attribuiscono tali risultati alla fortuna...
Perchè alcune persone ci appaiono più "fortunate" di altre?
Qual'è il segreto per cui ad alcune persone vengono "idee" più fortunate?
In che maniera "chiedono" alla vita quello che ottengono?
Come fanno ad ottimizzare questo rapporto tra spazio dei potenziali ed opportunità che effettivamente si verificano?
In altre parole: c'è modo di non subire la casualità e prendere possesso di quella vita che in fin dei conti siamo noi a percepire?
Individuare tale modo è fondamentale in quanto ci può permettere di recuperare occasioni ed opportunità.
Esiste cioè una maniera di affrontare l'apparente impredicibilità della vita in maniera da ottimizzarne il risultato?
La risposta è al centro. E' in noi. E' nell'adottare una prospettiva di vita efficace per noi.
Noi non possiamo eliminare l'incertezza del mondo, ma possiamo cambiare la maniera con cui ci rapportiamo ad essa.
Molta gente si rivolge a delle "tecniche" o delle "teorie" psicologiche.
Queste tecniche funzionano all'inizio benissimo, ma ad un certo punto sembrano progressivamente ridursi di efficacia. Questo perchè nessuna teoria può essere completa.
Le teorie si basano su definizioni che presuppongono l'esistenza fissa di "cose" come emozioni, tipi di persona, atteggiamenti, comportamenti.
Ma l'uomo è molto di più di questi elementi che non sono che descrizioni puntuali e finite di una realtà più vasta.
Non è quindi una singola strategia che serve, in quanto ogni strategia è necessariamente lineare ed opera NELLA realtà percepita: quello che serve è un atteggiamento che parte da noi che possa agire OLTRE la realtà percepita ora per creare nuove possibilità.
Quello che chiamiamo andare in una direzione di vita è la capacità di porsi specifiche domande riguardo al mondo.
Attraverso le domande manifestiamo un'"intenzione".
A seconda delle domande che ci poniamo otteniamo certe risposte ed in questa maniera dirigiamo noi stessi e la nostra mente.

Fabrizio - Benessere Mentale





No response to “Il segreto dietro al fenomeno della "fortuna"”

Posta un commento

CREA IL TUO CONTO ONLINE FACILE, CONVENIENTE, SICURO E GRATIS:

Effettua la registrazione a PayPal e inizia subito ad accettare pagamenti con carta di credito.

IL VIDEO DELLA SETTIMANA