Valuta le Tue Associazioni - di Jim Rohn

"Se valuti le principali influenze della tua vita, quelle che hanno formato il tipo di persona che sei, queste devono essere ai primi posti della lista: le persone e i pensieri che scegli di far entrare nella tua vita. Il Sig. Shoaff mi diede un avvertimento importante tanti anni fa che vorrei comunicare a voi. Disse, “Mai sottovalutare il potere dell’influenza.” Infatti, l’influenza di quelli che ci circondano è potentissima! Molte volte non ci accorgiamo nemmeno di essere fortemente influenzati perché le influenze in genere si sviluppano in un lungo periodo di tempo.
La pressione dei nostri simili è una forza particolarmente potente perché è molto subdola. Se stai con gente che spende tutto quello che guadagna, ci sono eccellenti probabilità che tu spenderai tutto ciò che guadagni. Se tu stai con persone che vanno a più partite di calcio che a concerti, ci sono eccellenti probabilità che tu farai la stessa cosa. Se stai con persone che non leggono, ci sono eccellenti probabilità che non leggerai. La gente ci spinge di continuo via dalla strada giusta un po’alla volta finché alla fine ci ritroviamo a chiederci, “Ma come sono arrivato qui?”. Queste sottili influenze devono essere studiate con attenzione se veramente vogliamo che le nostre vite siano come le abbiamo programmate.
In merito a questo importante punto, lasciate che via dica tre domande chiave da fare a voi stessi. Vi potranno aiutare ad analizzare meglio le vostre associazioni attuali.
Ecco la prima domanda: “Con chi sto?”. Prendete un appunto mentale delle persone con cui più spesso vi accompagnate. Dovere valutare tutti quelli che sono in grado di influenzarti in qualche modo.
La seconda domanda è: “Queste compagnie cosa mi stanno facendo?”. Questa è una domanda fondamentale da farsi. Che cosa mi fanno fare? Che cosa mi fanno ascoltare? Cosa mi fanno leggere? Dove mi fanno andare? Cosa mi fanno pensare? Come mi fanno parlare? Come mi fanno sentire? Cosa mi fanno dire? Dovete fare uno studio serio di come gli altri vi influenzano, sia negativamente che positivamente.
Ed ecco l’ultima domanda: “Questo va bene?” Forse tutti quelli con cui state hanno avuto un’influenza positiva ed energizzante. Ma comunque, potrebbero esserci delle mele marce nel cesto. E con ciò vi suggerisco di guardare la cosa da vicino e con obiettività.
Tutto deve essere riesaminato, specialmente il potere dell’influenza. Entrambe vi porteranno da qualche parte ma solo una vi porterà nella direzione in cui avete bisogno di andare.
E' facile sottovalutare le cose che influenzano la nostra vita. Uno dice: “Vivo qui ma non credo che sia importante. Ho intorno queste persone, ma non credo che ciò possa nuocermi”. Io darei un’altra occhiata a questa cosa. Ricordate, tutto è importante! Certo, alcune cose, sono più importanti di altre ma tutto ha il suo peso. Devi verificare in continuazione se le tue associazioni fanno pendere la bilancia dalla parte positiva o da quella negativa. Ignorare non è mai la giusta linea da tenere. Scoprire è la linea giusta.
Forse avete sentito la storia dell’uccellino che si copriva un occhio con l’ala e piangeva. Il gufo disse all’uccellino: “Ma tu stai piangendo.” “Sì,” disse l’uccellino togliendo l’ala da davanti all’occhio. “Ah, capisco,” disse il gufo. “Piangi perché il grande uccello ti ha cavato via un occhio col becco”. E l’uccellino disse, “No, non piango perché mi ha cavato un occhio, piango perché glielo ho lasciato fare.”
E’ facile permettere che le influenze diano forma alla nostra vita, lasciare che le compagnie determinino la nostra direzione, lasciare che le pressioni ci vincano e lasciare che le correnti ci portino via. La domanda fondamentale è: stiamo permettendo a noi stessi di diventare ciò che vogliamo diventare?
Ora discutiamo tre modi di gestire le compagnie o i rapporti che ti penalizzano:

1) Staccatevi. Questa non è una decisione facile e nemmeno qualcosa da prendere con leggerezza ma in alcuni casi può essere necessario. Devi fare solo la difficile scelta di non lasciare che certe influenze negative ti condizionino ancora. E’ una scelta che potrebbe
preservare la qualità della tua vita.
2) Limita le associazioni. Trascorri la maggior parte del tempo con le influenze più importanti e meno tempo con le influenze meno importanti. E’ facile fare proprio il contrario, ma non cadere nella trappola! Considera i tuoi valori e le tue priorità. Abbiamo solo poco tempo a disposizione, non ti sembra buon senso investirlo in modo saggio?
3) Espandi le tue associazioni. Questa è la cosa sulla quale vi suggerisco di concentrarvi di più. Trovate altre persone di successo con le quali potete trascorrere più tempo. Invitateli a pranzo (pagate il conto) e chiedete a loro come hanno fatto ad ottenere così tanto o che cosa li rende persone di successo. Questo non riguarda solo il successo finanziario, può essere qualcuno dal quale volete imparare come avere un matrimonio migliore, essere un genitore migliore, avere una salute migliore o una vita spirituale più forte.

Questa si chiama associazione volontaria, stare con le persone giuste espandendo il tuo circolo di influenza. E se farai ciò, limiterai spontaneamente le relazioni che ti ostacolano. Provare per credere." - Jim Rohn

Fabrizio - Benessere Mentale





No response to “Valuta le Tue Associazioni - di Jim Rohn”

Posta un commento

CREA IL TUO CONTO ONLINE FACILE, CONVENIENTE, SICURO E GRATIS:

Effettua la registrazione a PayPal e inizia subito ad accettare pagamenti con carta di credito.

IL VIDEO DELLA SETTIMANA