Corrispondenze tra mente e corpo

Le emozioni "trattenute dentro", i sentimenti non manifestati, la sfiducia in sé, i rimuginamenti, il rancore, l'eccessivo tenere "sotto controllo" o subire gli umori degli altri, può inquinare il nostro vivere creando intossicazione psichica: insonnia, cefalee, ansia, depressione, demotivazione, abulia, noia, attacchi di panico.
L'individuo è un essere psicofisico, attraverso il sintomo organico e il disagio affettivo, esprime un bisogno di allontanare da sé tutto quello che non gli appartiene e che rappresenta comunque un sovraccarico.
Il nostro vivere in fretta, con tanti bisogni pratici e poco tempo per noi stessi, ci induce ad accumulare continuamente con poche, a volte nulle, possibilità di rilasciare le tensioni. Quello umano, invece, è un sistema vibrante fatto di "carica" e "scarica" continue (la circolazione sanguigna, la respirazione…) che rappresentano il fluire, funzionale, della nostra vita. Quando questo sistema vibrante diventa a "corto circuito" esprimeremo con l'ammalarsi degli organi, la nostra sofferenza emotiva.
L'essere "in forma" fisica è legato al benessere psichico. Dovremmo cercare di tornare, più possibile, padroni della nostra mente, per non diventare "schiavi" dei pensieri. Questi, con il continuo trasportarci nel passato o nell'anticipazione del futuro, come il pendolo di un orologio, ci derubano del presente ovvero del nostro vissuto. Arrivare a destinazione senza accorgersi della strada percorsa, leggere e non afferrare il contenuto, udire senza ascoltare. Per collegare i nostri pensieri alle nostre azioni, basta la consapevolezza. Quando i nostri sensi sono attivi, la mente tace: ascoltare, osservare, gustare sapori e profumi, usare le nostre mani per creare contatto, con più consapevolezza, significa vivere il "qui e ora" che è il vero vivere e non "qui con il corpo e da un'altra parte con la mente" che ci rende distratti, non solo da quello che stiamo facendo, ma da noi stessi.
L'acqua, soprattutto, depura diluendo e trasportando via tutto quello che intossica il nostro organismo. Allo stesso modo, parlare con gli altri delle nostre emozioni, oltre che dei fatti della vita, libera gli "ingorghi" dei nostri sentimenti.
Potremmo scoprire che, le risposte cercate fuori, sono già dentro di noi, se arricchiremo la nostra esistenza con momenti di silenzio interiore. Significherà che abbiamo cominciato a parlare con noi stessi, con amorevolezza.

Fabrizio - Benessere Mentale





No response to “Corrispondenze tra mente e corpo”

Posta un commento

CREA IL TUO CONTO ONLINE FACILE, CONVENIENTE, SICURO E GRATIS:

Effettua la registrazione a PayPal e inizia subito ad accettare pagamenti con carta di credito.

IL VIDEO DELLA SETTIMANA